top of page

终始智慧 Zhōngshǐ Zhìhuì

Il Taijiquan e la Sapienza della Fine e del Principio.

Nell'arte millenaria del Neijia e nella sua più conosciuta emanazione, il Taijiquan, la pratica della lentezza è fondamentale.

Ogni movimento lento e fluido è intriso di profondità e significato, offrendo al praticante non solo un'attività fisica, ma anche uno strumento per esplorare aspetti esoterici e spirituali della propria esistenza.

Molti conoscono il Taiji per la sua grazia e la sua armonia di movimenti, ma pochi sono consapevoli della profonda saggezza che si cela dietro questa disciplina.

Il Taiji è uno studio continuo della fine e del principio, un'indagine sull'essenza stessa della vita e dell'esistenza.

Ogni gesto, chiamato anche Metodo, inizia da un punto di partenza e si muove attraverso un percorso preciso per giungere alla sua conclusione.

Ma è proprio in quel momento di transizione tra la fine di un movimento e l'inizio del successivo che si nasconde una lezione fondamentale.

Quando il gesto sta per concludersi, quando la forma si dissolve e svanisce nel chiaroscuro dell'aria, si apre uno spazio, un vuoto pregnante di potenzialità.

In quel breve istante di transizione, di confine tra la fine e il principio, si cela la chiave per il controllo e la gestione della propria energia vitale, il Qi, il Ki.

Il praticante attento impara a percepire ed utilizzare questo momento di transizione in modo consapevole, lasciando che il movimento giunga naturalmente alla sua conclusione e preparandosi interiormente per accogliere il nuovo inizio con determinazione e consapevolezza.

È in questo delicato equilibrio tra la fine e il principio che si manifesta la vera maestria, la capacità di fluire con il cambiamento e di abbracciare le sfide della vita con serenità e forza interiore.

Studiando la fine e il principio, ci apriamo a una comprensione più profonda della natura ciclica dell'esistenza, dove nulla è mai veramente concluso o iniziato, ma si trasforma continuamente in un flusso armonioso e senza fine.

Attraverso la pratica diligente e rispettosa di quest'arte, possiamo imparare a connetterci con il nostro vero Sé, a armonizzare mente, corpo e spirito e a vivere la vita con consapevolezza, grazia e equilibrio. Una Strada…

PB


The Taijiquan and the Wisdom of the End and the Beginning.

In the millennia-old art of Neijia and in its most well-known manifestation, Taijiquan, the practice of slowness is fundamental.

Every slow and fluid movement is imbued with depth and meaning, offering the practitioner not only a physical activity but also a tool to explore esoteric and spiritual aspects of their own existence.

Many are familiar with Taiji for its grace and harmony of movements, but few are aware of the profound wisdom that lies behind this discipline.

Taiji is a continuous study of the end and the beginning, an exploration of the very essence of life and existence. Each gesture, also known as a 'Method,' begins from a starting point and moves through a precise path to reach its conclusion. However, it is precisely in that moment of transition between the end of one movement and the beginning of the next that a fundamental lesson is hidden.

As the gesture is about to conclude, as the form dissolves and fades into the chiaroscuro of the air, a space opens up, a void pregnant with potentiality. In that brief moment of transition, at the border between the end and the beginning, lies the key to controlling and managing one's vital energy, the Qi, the Ki.

The attentive practitioner learns to perceive and utilize this moment of transition consciously, letting the movement naturally reach its conclusion and preparing internally to embrace the new beginning with determination and awareness. It is in this delicate balance between the end and the beginning that true mastery is manifested, the ability to flow with change and embrace life's challenges with serenity and inner strength.

By studying the end and the beginning, we open ourselves to a deeper understanding of the cyclical nature of existence, where nothing is ever truly concluded or begun but continually transforms in a harmonious and endless flow. Through diligent and respectful practice of this art, we can learn to connect with our true Self, harmonize mind, body, and spirit, and live life with awareness, grace, and balance.

One Path...

PB



10 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti

Carpe diem

Bohinj 2024

Comments


bottom of page